da 14 Maggio 2019 Continua a leggere →

Implementare la lotta all’abusivismo: questo l’obiettivo di Uritaxi nazionale, riunitosi oggi a Firenze

image_pdfimage_print

Firenze, 14 maggio 2019 – Si sono incontrati oggi nel capoluogo toscano i delegati sindacali Uritaxi dei comuni di Torino, Milano, Bologna, Rimini, Riccione, Reggio Emilia, Firenze, Livorno, Pisa, Siena, Campiglia Marittima, Perugia, Terni e Pescara. Obiettivo: implementare a livello nazionale un’attività di contrasto all’abusivismo nel settore del trasporto pubblico non di linea, aperta a tutti i tassisti e strutture di rappresentanza italiani. A comunicarlo il direttivo nazionale Uritaxi, che spiega: «Questa attività ha lo scopo di collaborare con le autorità al fine del mantenimento della legalità nel settore, per la difesa della professione, come farebbe qualsiasi cittadino nel segnalare alle forze dell’ordine la presenza nella propria strada di viavai anomali. Riteniamo questo il proseguo di un lavoro partito tre anni fa a Firenze e che oggi è nella volontà di tutti i delegati presenti estendere anche nei propri territori».



ATTENZIONE, NUOVA CAMPAGNA TESSERAMENTI 2019!

Da quest’anno per facilitare la vostra iscrizione a Uritaxi, e ottenere la vostra e-Tessera (la nuova tessera digitale che Uritaxi ha implementato), potrete pagare direttamente con carta di credito o Pay Pal, ed autoiscrivervi, senza dover passare da noiose trafile (riempimento documenti, scannerizzazione e invio via mail degli stessi). Seguendo la procedura in cui sarete guidati da qui e cliccando su “Abbonamento”, nel giro di qualche istante sarete iscritti per l’anno 2019 a Uritaxi.

Ti ricordiamo che SOSTENENDO URITAXI, SOSTERRAI SIA L’ATTIVITA’ NAZIONALE CHE QUELLA LOCALE DEL TUO TERRITORIO. Uritaxi, infatti, lascia ai singoli territori i 2/3 del costo della tessera, di modo che l’attività di rappresentanza sindacale possa essere esercitata più facilmente, mantenendo le risorse necessarie, vicine ai tesserati.



 

Condividi con:Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

Comments

comments

Inserito in: Articoli

Non è possibile commentare.