-1“Quando si parla di servizio di taxi e NCC (noleggio con conducente di rimessa) parliamo di un servizio pubblico che non viene sostenuto economicamente dalle pubbliche amministrazioni.”

La riflessione è dei consiglieri comunali FI Carlo Castori e Claudia Luciani, che si schierano con i rappresentanti di categoria dei tassisti.

“Ci mettiamo dalla parte di una categoria che troppo spesso è stata maltrattata e che indubbiamente risente della crisi più di altre.”

“Il taxi – interviene Castori – non può e non deve sostituire la linea pubblica urbana o extraurbana ma deve rappresentare invece una alternativa commisurata alle esigenze specifiche degli utenti. Applicare una tariffa fissa significa snaturarne il principio, non risultando oltremodo possibile l’applicazione di una “spesa fissa” quando si preveda un eventuale cambio di percorso.”

Leggi l’articolo completo su Umbriajournal a questo indirizzo

Last modified: 13 Gennaio 2015