-1E’ stato incriminato in Corea del Sud il fondatore e amministratore delegato di Uber, Travis Kalanick. Secondo la procura di Seul, e’ illegale l’applicazione, attiva in 53 Paesi, che consente di avere a disposizione un autista in pochi minuti. Secondo i magistrati, Travis e il partner coreano della societa’ hanno violato la normativa locale che impedisce ai noleggiatori di auto di effettuare un servizio di trasporto passeggeri. A denunciare Uber era stata l’amministrazione di Seul, secondo la quale la societa’ californiana non garantisce la sicurezza dei passeggeri e fa concorrenza sleale ai tassisti muniti di licenze (…)

Leggi l’articolo Repubblica completo a questo indirizzo

Last modified: 28 Dicembre 2014