783-saPugni in faccia a uber Anche a San Paolo, come in tutte le grandi metropoli del mondo, il dualismo tra tassisti
e Uber è molto acceso. Ma qui un gruppo di titolari di auto gialle ha pensato di farsi giustizia con le proprie
mani. Giorni fa un automobilista aderente alla app californiana è stato attirato in una trappola, sequestrato e
aggredito da un gruppo di tassisti in un quartiere elegante della città. L’episodio è successo in piena notte, la
vittima ha ricevuto un pugno in faccia dopo essere stato circondato da almeno una ventina di tassisti. Poi è
stato fatto salire su un’auto gialla, portato in giro per una mezz’ora e abbandonato a un paio di chilometri dalla
propria auto. Anche in Brasile la presenza di Uber è oggetto di cause e ricorsi. Il sindacato dei tassisti di San
Paolo ha promesso di collaborare nella ricerca dei responsabili, che saranno sospesi dalla categoria.

 

Leggi l’articolo su Sette Corriere della Sera

 

 

Last modified: 21 Agosto 2015