taxi_11Il Parlamentino Nazionale Taxi riunitosi a Firenze in data 27-6-2014 ha condiviso unitariamente e all’unanimita’ quanto segue:

a ) la Legge 21/92 rimane l’elemento fondante e imprescindibile di regolazione del settore del trasporto pubblico non di linea;

b) Il decreto attuativo in elaborazione da parte del Ministro dei Trasporti Lupi oltre che declinare una corretta applicazione della medesima Legge deve quantomeno richiamare e specificare:

– la riconduzione nel quadro di regole certe e corrette di tutte quelle forme di trasporto persone conto terzi dissimulate con i più vari artifizi vietandone l’esercizio quando difforme dalle regole ( quali ad es. a titolo esemplificativo ma non esaustivo : operatori di altri Paesi CE, vetture di cortesia immatricolate ad uso proprio da parte di persone giuridiche svolgenti – in via principale . una diversa attività imprenditoriale- commerciale; persone fisiche che senza titolo amministrativo stazionano quotidianamente in luoghi pubblici offrendo servizi con le modalita’ piu’ disparate – anche in via telematica – per il trasporto di persone a titolo gratuito, a titolo di condivisione dei costi di trasporto, a titolo di trasporto sociale di prossimità, ecc..

– La regolamentazione dell’utilizzo delle forme pubblicitarie e commerciali contrastando quelle ingannevoli

– la regolamentazione dell’attivita’ di soggetti che operano intermediazione nel settore;

c) e’ necessario che il Ministero dei Trasporti introduca nel Codice della Strada misure sanzionatorie coerenti con la legge che regola il settore e chiaramente esigibili atte a contrastare efficacemente l’uso improprio delle licenze e delle autorizzazioni, uso improprio realizzato anche attraverso nuovi strumenti ed applicazioni tecnologiche ed informatiche;

d) la decisione di aprire un confronto con le organizzazioni sindacali degli NCC che intendono operare nel rispetto della Legge 21/92 e delle regolamentazioni vigenti:

e)di riconvocarsi il giorno 3 luglio 2014 in Roma per definire unitariamente la costituzione di un organismo del Parlamentino che gestica i confronti nell’attuale fase; in tale sede saranno affinata altresi’ la regolamentazione dei lavori del Parlamentino Mazionale Taxi.

Il Parlamentino auspica che in questo quadro tutte le organizzazioni sindacali dei tassisti italiani diano , nel rispetto reciproco, il loro contributo fattivo nell’interesse superiore di tutta la categoria.

I rappresentanti di TAM/ACAI, UNICA Taxi CGIL , FIT CISL Taxi , UIL TRASP, Taxi, UTI, URITAXI, ATAPL CLAAI Taxi, FITA CNA Taxi , CONFARTIGIANATO Taxi, UNIMPRESA SITAN

Ai lavori del Parlamentino ha presenziato una delegazione unitaria dei tassisti genovesi e fiorentini

Last modified: 30 Giugno 2014