249-txTassisti in rivolta e auto bianche praticamente sparite dall’aeroporto di Peretola, con disagi per le centinaia
di viaggiatori appena atterrati a Firenze. A scatenare l’ira dei tassisti sono state le multe da 102 euro
staccati dagli agenti della Polaria, che contestavano ai conducenti delle auto bianche sostare al di fuori
degli spazi consentiti. Tra i tassisti e Toscana Aeroporti, da mesi, sta andando avanti una dura polemica sul
numero dei posti in cui sostare, in attesa che i clienti escano dal Vespucci. Oggi questi «stalli» sono 18,
troppo pochi secondo i sindacati, che ieri, come reazione alle multe subite, hanno diramato via radio ai
propri associati l’invito a non recarsi a Peretola e assicurando solo il servizio per anziani, donne in
gravidanza e disabili. Hanno aderito alla protesta tre sigle su cinque: Uritaxi, Cgil e Sitafi («Chiediamo che,
dopo mesi di promesse, Toscana Aeroporti ci conceda gli spazi sufficienti per offrire un servizio adeguato»,
dicono), mentre Uil e Confartigianato hanno contestato ai loro stessi colleghi di aver protestato creando
disagi all’utenza. Disagi che, come possiamo vedere dalla foto qui sopra, sono stati molto pesanti.
Centinaia di passeggeri, scesi coi bagagli dall’aereo, non hanno trovato taxi ad attenderli e, con molta
fatica, hanno potuto raggiungere il centro solo grazie alle navette di Ataf.

 

Leggi l’articolo completo su
cor-fi

 

 

Last modified: 17 Novembre 2016