0285-rzAria di novità nel settore dei trasporti e della sanità. Il Ddl Concorrenza, che il premier Matteo Renzi dovrebbe presentare in Consiglio dei Ministri il prossimo 20 febbraio, conterrà oltre alla norme su fondi pensione, operatori di telefonia, disposizioni in materia di RC auto, banda larga, prodotti editoriali, esercizi commerciali e ordini professionali, anche modifiche che riguardano la regolamentazione dei servizi pubblici locali e la vendita di alcune tipologie di farmaci.

Settori su cui si concentrano le attese di due grandi gruppi, che apprezzano l’azione del premier Renzi, come Uber nel primo comparto e Alliance Boots. Ecco cosa potrebbe cambiare.

LE MODIFICHE PER GLI AUTOSERVIZI DI TRASPORTO PUBBLICO NON DI LINEA

In tema di servizi pubblici locali la bozza del disegno di legge che ha visionato Formiche.net prevede, con una modifica della legge n. 21 del 15 gennaio 1992, l’eliminazione delle distorsioni concorrenziali per gli autoservizi di trasporto pubblico non di linea, taxi e noleggio con conducente insomma. In particolare, ne va ad abrogare il comma 3 dell’articolo n. 3 che prevedeva che la sede del conducente del mezzo e la rimessa dovessero essere situate esclusivamente nel territorio del comune che ne aveva rilasciato l’autorizzazione. Viene inoltre abrogato l’articolo 5bis secondo cui per il servizio di noleggio con conducente i comuni potevano prevedere la regolamentazione dell’accesso nel loro territorio o all’interno delle aree a traffico limitato dello stesso, da parte dei titolari di autorizzazioni rilasciate da altri comuni, mediante la preventiva comunicazione che attestasse l’osservanza e la titolarità dei requisiti di operatività e dei dati  relativi al singolo servizio.

Viene anche abolito – come si rileva dalla bozza del ddl elaborata in particolare dal ministero dello Sviluppo economico su suggerimenti dell’Antitrust – l’obbligo per cui le prenotazioni di trasporto per il servizio di noleggio con conducente dovevano essere effettuate presso le rispettive rimesse, previsto dall’articolo 11, comma 4. Il disegno di legge modifica anche parte dell’articolo 8, comma 3, che prevede che per poter conseguire e mantenere l’autorizzazione per il servizio di noleggio con conducente è obbligatoria la disponibilità, in base a valido titolo giuridico, di  una  sede, di una rimessa o di un pontile di attracco eliminandone adesso l’obbligo per cui questi dovessero essere situati nel territorio del comune che ha rilasciato l’autorizzazione (…)

Leggi l’articolo completo su formiche.net a questo indirizzo

In allegato la bozza del “Dll Concorrenza”

 

Last modified: 27 Gennaio 2015