Questa mattina è stata presentata la nuova indagine sul servizio taxi di Firenze da parte dell’istituto di ricerca GPF Inspiring Research commissionata da Uritaxi Firenze. Ancora una volta il servizio taxi fiorentino si dimostra un servizio di ECCELLENZA.
“Rispetto all’indagine del 2017, che già dette risultati straordinari, stavolta – commenta il presidente nazionale Uritaxi, Claudio Giudici – abbiamo voluto renderci ancor più difficile la vita. Se infatti nel 2017 le rilevazioni riguardarono un periodo come novembre, quando la mole lavorativa è media, stavolta essa ha riguardato giugno e la terza settimana di settembre, ossia quando per flusso turistico, manifestazioni come Pitti e vita ordinaria della città, la mole di lavoro è massima. Nonostante ciò, l’indice di gradimento del servizio è salito dall’88% di allora, al 90% di oggi, da un’attesa media di 3,9 minuti di allora, ai 3,6 minuti di oggi. Sono quasi quadruplicate le chiamate tramite app, mentre vi è una caduta in termini assoluti delle chiamate in direzione aeroporto e stazione (sia per la presenza delle nuove linee tramviarie, sia, in merito a quest’ultima, per la difficoltà oggettiva a raggiungerla e servirla).
Dunque, tecnologia e, come sempre, cultura del cliente, hanno rappresentato la chiave del successo.”

Per l’intera analisi GPF Inspiring Research sul servizio taxi di Firenze:

PRES_STAMPA_2_WAVE_GPF_URITAXI
Last modified: 16 Giugno 2021