157-brLa procura di Roma ha aperto oggi un fascicolo sull’aggressione di un tassista ai danni di Antonio Cavallaro, il sessantaquattrenne padre di un ragazzo con un grave handicap “colpevole” di aver parcheggiato in un’area riservata ai taxi in piazza Barberini per recarsi in farmacia a prendere alcuni medicinali per il figlio. Il tassista è stato iscritto nel registro degli indagati per lesioni gravi.

Gli accertamenti, sono stati avviati dal pm Edoardo De Santis sulla base della denuncia fatta dalla polizia intervenuta sul posto.

La violenza era avvenuta la settimana scorsa in piazza Barberini. Il 64enne aveva parcheggiato l’auto sulle strisce gialle del parcheggio riservato ai taxi che si trova sulla piazza proprio di fronte ad una farmacia. Si era avvicinato a un tassista chiedendogli di poter lasciare la macchina lì pochi minuti per una reale urgenza: doveva acquistare delle medicine per il figlio affetto dalla sindrome di down. Aveva tirato fuori la ricetta, qualche parola, poi, come mostrano alcune immagini diffuse dalla polizia, l’uomo si era allontanato verso la farmacia, il tassista era sceso dall’auto, lo aveva seguito, afferrato per un braccio e scaraventato violentemente a terra (…)

Leggi l’articolo su Repubblica

Last modified: 10 Aprile 2015