634-blE’ operativo il progetto “DAE in taxi”, che vede Comune di Bologna e 118 Bologna Soccorso, in partnership con Cotabo, impegnati per dotare i taxi di defibrillatori semi automatici e formarne gli autisti al loro utilizzo corretto.

Quindici taxi Cotabo sono entrati nella rete dell’emergenza non sanitaria per far fronte all’arresto cardiaco: le auto, dotate di defibrillatore, sono geolocalizzate e potranno essere utilizzate per interventi di emergenza, ma solo in alcuni casi particolari.

I taxi dotati di defibrillatore (i tassisti hanno seguito uno specifico corso di formazione del 118 sull’uso del defibrillatore e sulle manovre di rianimazione cardiopolmonare) potranno essere chiamati dalla centrale Cotabo per casi di arresto cardiaco avvenuti all’aperto o in luoghi aperti al pubblico

Leggi l’articolo completo su Sassuolo.it a questo indirizzo

Last modified: 6 Febbraio 2015