«Non poteva bastare una sanzione pecuniaria di mille euro: troppo grave quello che è successo su quel taxi la notte del 2 dicembre scorso a ponte Palermo». Così l’assessora verde Maria Laura Lorenzini spiega la decisione della giunta comunale, adottata ieri mattina, di accogliere la sua proposta di sospendere per un mese la licenza al tassista Armando Sacco Zaut, 39 anni bolzanino, accusato di aver insultato, minacciato e aggredito una biologa keniota al termine di una discussione sul tragitto da seguire per andare da via Maso della Pieve a via Palermo.

In questo modo la giunta ha ribaltato il parere – obbligatorio ma non vincolante – espresso giovedì scorso, dalla commissione taxi presieduta dalla stessa Lorenzini che aveva deciso di comminare una multa di mille euro al tassista. Sanzione ora sostituita con la misura più pesante, com’è appunto la sospensione della licenza. Si tratta di un provvedimento immediatamente esecutivo che, molto probabilmente, il tassista impugnerà al Tar.

 

Leggi l’articolo completo su

 

 

Last modified: 2 Febbraio 2017