-1Personaggi del motociclismo romano del passato del calibro di Alberto Ieva, Giovanni Pelletier, MaurIzio Massimiani, Corrado Catalano e Stefano Pennese sono stati i protagonisti di una mattinata di aneddoti a due ruote.

L’evento organizzato dalla Federazione Motociclistica Italiana nella sede del partner del Team Italia, la Cooperativa Radiotaxi 3570. Erano presenti anche i campioni laziali del motociclismo di oggi come Ilario Dionisi, Norino Brignola e Letizia Marchetti.

“Per noi è un onore accogliere tanti campioni nella nostra sede – ha detto Loreno Bittarelli, presidente Cooperativa Radiotaxi 3570 – questo evento conferma il legame con la Federazione Motociclistica Italiana, con la quale condividiamo valori importanti come l’italianità e l’internazionalità.

Ora aspettiamo il Gran Premio del Mugello, in cui spero di vedere i piloti italiani ad alti livelli”. Tra i ragazzi presenti a Roma c’erano anche i giovani piloti del San Carlo Team Italia Marco Faccani, Andrea Tucci (impegnati nell’europeo Stock 600) e Andrea Locatelli e Matteo Ferrari, protagonisti del mondiale Moto3 con Mahindra e pronti a centrare risultati di prestigio proprio al Mugello, in occasione del prossimo Gran Premio d’Italia. Dal 18enne Locatelli sono arrivate le parole più significative della mattinata a due ruote. “Sono ben consapevole che far parte del Team Italia è una grande responsabilità.

Affrontare un percorso del genere e arrivare al mondiale con il sostegno della FMI è una cosa che capita una volta nella vita, molti piloti sognano di stare al mio posto per tutta la loro carriera e per questo motivo cercherò di fare del mio meglio per non deludere nessuno”. A salire sul palco sono stati anche i Talenti Azzurri FMI romani, Fabio Di Giannantonio, Dennis Foggia, Matteo Romeo e Simone Mazzola, pronti a raccogliere gli applausi del pubblico presente. “A questo evento sono presenti dei piloti che hanno fatto sognare la gente ha dichiarato Paolo Sesti, presidente FMI – alcuni di loro avevano pochi mezzi ma portavano a casa grandi risultati e lo hanno fatto grazie alla passione.

La stessa che abbiamo noi con il San Carlo Team Italia, la punta dell’iceberg dell’attività giovanile gestita dalla FMI. E oltre a questa squadra, il nostro obiettivo è far sì che tanti piloti italiani arrivino in alto. Tra coloro che prendono parte al Motomondiale molti sono cresciuti nei nostri campionati e questo non può che farci piacere. Tutto ciò è reso possibile anche grazie a partner, come 3570, che credono nella nostra mission”. Consegnati riconoscimenti anche a Paolo Scalera, all’Autodromo di Vallelunga, al Gentlemen’s Motor Club, protagonisti attivi del motociclismo romano da diversi anni.

L’evento ha rappresentato un’ottima occasione per rivivere i grandi momenti del motociclismo del passato. Ogni pilota ha dato il suo contributo in quanto a passione e ricordi. E a proposito di ricordi, il pensiero è andato anche ai compianti Doriano Romboni e Claudio Porrozzi, che tanto hanno dato al nostro motociclismo. I piloti premiati: Antonio Carlacci, Oliviero Cruciani, Guido Del Piano, Alberto Ieva, Oscar La Ferla, Salvatore Mangione, Maurizio Massimiani, Gianni Menegaz, Felice Pellegrino, Giovanni Pelletier, Dino Porretti, Giovanni Provenzano. Norino Brignola, Ilario Dionisi, Dennis Foggia, Fabio Di Giannantonio, Letizia Marchetti, Simone Mazzola, Matteo Romeo. I piloti romani del Team Italia: Corrado Catalano (nel Team Italia nel 1987 – 1988), Renato Costantini (2007), Enrico Fugardi (1982-1983), Francesco Monaco (1990), Stefano Pennese (1989-1990)

Last modified: 29 Maggio 2014