456-flNon accenna a placarsi il braccio di ferro tra Palazzo Vecchio e i tassisti. «Noi abbiamo aperto un
trattativa ma in una trattativa bisogna anche ascoltare la controparte, cosa che mi pare i tassisti non abbiano
intenzione di fare; ma è importante che lo facciano. Io ho ascoltato la loro proposta, ho fatto un’apertura.
Parte delle 100 licenze in più che vorrei istituire siano temporanee. Tuttavia loro continuano a dire che
devono essere tutte temporanee: ovviamente per noi questo è irricevibile». Lo ha detto, a margine del
Consiglio comunale di ieri, l’assessore alle attività produttive Giovanni Bettarini, parlando della trattativa con i
tassisti per l’aumento delle licenze. «Noi siamo pronti a trovare un accordo venendoci incontro. Non facciamo
questo per impuntatura – ha detto ancora Bettarini – loro stessi ci hanno dato implicitamente ragione, perché
nel momento in cui propongono le licenze temporanee ammettono che a Firenze esiste una domanda che
non trova risposta. Noi pensiamo che le licenze temporanee siano una soluzione integrativa e, appunto,
temporanea; siamo disposti a valutarla, se però loro ascoltano la nostra proposta». Il Comune vuole
aumentare il numero di taxi in circolazion e per tenere il passo del turismo che continua a crescere e dare
una risposta alle lamentele sempre più frequenti per il servizio. I tassisti ribattono che i problemi derivano
quasi del tutto dal traffico caos.

 

Leggi l’articolo completo su

NAZIONE

 

 

Last modified: 22 Settembre 2015