“Con riferimento allo sciopero improvviso e illegittimo dei taxi del febbraio scorso, l’Autorità di garanzia ha sollecitato in più occasioni i Sindaci a fornire i nominativi dei lavoratori che si sono astenuti dal servizio” informa in una nota il Garante.
“Nessuno dei Comuni ha risposto, ad eccezione di Roma Capitale, che ha reso noto di non essere in grado di fornire il dato né ora né per l’avvenire, senza spiegarne, peraltro, le ragioni” precisa.
“Sarebbe auspicabile una maggiore collaborazione da parte dei Comuni, se non altro attraverso l’indicazione dei soggetti che detengono gli elenchi del personale in turno, per evitare che tale astensione resti priva di qualsivoglia forma di censura e di sanzione” chiarisce quindi l’Autorità di garanzia sugli scioperi.

 

Leggi l’articolo completo su
mainfatti.it

 

Last modified: 7 Luglio 2017