551-txTassisti sul piede di guerra contro il taglio del rimborso delle accise sui carburanti e, come spiegano loro, la
“pressione dello lobbies per lo sdoganamento dei servizi abusivi multinazionali”.
A proclamare la mobilitazione sono state ieri le strutture sindacali nazionali che rappresentano la categoria
taxi, Uiltrasporti, Unica taxi Cgil, Fit Cisl taxi, Ugl taxi, Uritaxi, Uti, Usb taxi e Federtaxi Cisal, in vista di uno
sciopero nazionale unitario, da fissarsi, secondo quanto si legge in una nota di Uiltrasporti. La protesta sarà
organizzata con tutte le organizzazioni sindacali che vorranno aderire, già a gennaio. «Il tragico momento
che attraversa la nostra categoria spiega Alessandro Atzeni di Uiltrasporti – non può più essere tollerato e
richiede una reazione forte ed immediata che ci spinge a scendere in piazza e a dire basta».

 

Fonte: Repubblica

 


 

Questo il documento ufficiale:

285-pa

 

 

Last modified: 22 Dicembre 2015