834-ccEseguivano il servizio taxi senza averne titolo. Sequestrate le auto e multate 4 persone. Mentre
un ragazzo è stato arrestato perchè non voleva pagare una corsa regolare. Nel fine settimana scorso i
carabinieri della stazione di Misano, insieme alla polizia municipale, hanno organizzato un controllo mirato
nelle vie vicine ai locali della collina e nei parcheggi antistanti la stazione ferroviaria, al fine di contrastare il
fenomeno dei ” tassisti abusivi”.

Dei semplici privati, che sprovvisti di licenza, si improvvisano tassisti
accompagnando per 5 euro i giovani nei locali della collina e viceversa dalle discoteche alle stazioni
ferroviarie di Misano e Riccione. Le forze dell’ ordine durante il controllo hanno individuato e sanzionato
quattro napoletani, sorpresi mentre sostavaSono stati quattro i taxisti abusivi denunciati e appiedati dai
carabinieri no e facevano salire clienti davanti all’i ngresso di alcune discoteche e delle due stazioni
ferroviarie senza aver alcun tipo di licenza. Subito è scattato il ritiro della patente e il sequestro del veicolo.
L’oper azione è partita dopo le numerose segnalazioni pervenute ai carabinieri dalla associazione dei tassisti
, che denunciavano il fatto che gli abusivi sottraggono clienti a loro, violando costantemente la legge ed
evadendo le tasse.

 

Leggi l’articolo su Corriere di Romagna

 

 

 

Last modified: 4 Agosto 2015