www.uritaxiUn’azione coordinata e mirata a contrastare il fenomeno dell’abusivismo e delle irregolarità nel servizio taxi e trasporto persone nella provincia di Trieste.

È l’iniziativa lanciata da Confcooperative e Federlavoro Fvg che, in linea con gli incontri intercorsi nel recente passato, chiedono l’attuazione di un vero e proprio tavolo congiunto con i rappresentanti istituzionali, tra cui Polizia locale e Guardia di Finanza oltre a Comune di Trieste e Direzione Provinciale del Lavoro, per intensificare i controlli sul campo e di conseguenza arginare un fenomeno che – come è stato sottolineato ieri in conferenza stampa – è in continua crescita negli ultimi anni sul territorio provinciale.

Le problematiche dell’abusivismo, come hanno evidenziato gli stessi rappresentanti delle cooperative, si dividono sostanzialmente in due categorie: da una parte ci sono le automobili private guidate da cittadini stranieri (sudamericani, turchi, cinesi) che in svariate zone della città si sostituiscono al regolare servizio di trasporto.   (…)

Tutto questo a discapito dei 250 taxi regolari in forza nel territorio provinciale. «Abbiamo una copertura del territorio ben superiore ad altre città italiane in rapporto alla popolazione» – ha affermato Mauro Detela, presidente della cooperativa Radiotaxi Trieste -. «Abbiamo già fatto degli esposti in Procura, ma adesso chiediamo un maggior controllo da parte degli organi incaricati e un maggior rispetto delle regole a tutela del nostro lavoro e della nostra professionalità».

Il problema dell’abusivismo si estende anche al servizio dei pullman turismo di imprese slovene che si sviluppa in diverse zone della città, tra cui la centralissima piazza Oberdan. «È una situazione che si sta diffondendo a macchia d’olio», ha evidenziato Luigi Donatone, responsabile settore trasporto persone di Federlavoro Fvg: «Si tratta di un problema che crea un danno enorme a tutto il settore e anche all’indotto, in un momento peraltro di grave crisi economica e di carenza di lavoro». (…)

Fonte: il Piccolo Trieste

Last modified: 28 Settembre 2014