Flash mob di protesta dei tassisti a Firenze contro la presenza di Uber all’edizione 2015 della Bto.

Simbolo dell’iniziativa, una bilancia storta da una parte, come segno di ingiustizia.
Promotrice sono state Uritaxi e Unica Cgil Taxi, le sigle che hanno scritto una lettera aperta a Enrico Rossi chiedendo una presa di posizione sulla multinazionale americana.

“Invitare Uber a Firenze a parlare di sharing economy – commenta Claudio Giudici di Uritaxi – è un grave atto di disattenzione istituzionale nei confronti dell’imprenditorialità del nostro territorio. Riteniamo inaccettabile fare pubblicità gratuita ad una multinazionale che invece ha già subito sentenze di condanna per il modo di operare”

#nonstoconuber


 

 

Last modified: 21 Maggio 2021