299-ccTradito dalle telecamere che lo hanno ripreso durante la fuga dopo la rapina ai danni dell’ufficio postale di Bagno Grande. La squadra Mobile, dunque, ha arrestato il presunto colpevole del colpo che aveva fruttato 5mila euro destando grande apprensione tra i residenti.

In manette è finito il marocchini Anis Lafsahi, il quale era entrato nell’ufficio postale armato di coltello e con il volto coperto da un passamontagna.

Questa la dinamica della cattura, dopo la singolare fuga in taxi. Qualcuno dei presenti si è accorto che lo straniero si era diretto verso un taxi parcheggiato nelle vicinanze, a bordo del quale si è allontanato. Nel frattempo erano state già attivate le ricerche. Gli agenti della Mobile, diretti dal dirigente Gennaro Capasso, dopo aver sentito i testimoni, hanno anche visionato i video delle telecamere delle Poste. Uno dei filmati mostra nitidamente l’arrivo del taxi dal quale era sceso per dirigersi verso l’ufficio dal quale è poi uscito dopo la rapina per risalire in macchina.

 

leggi l’articolo completo su
centro

 

 

Last modified: 17 Novembre 2016