777-txNon si sono accontentati di salire su un taxi e di fare una corsa senza pagare nemmeno un
centesimo. No, hanno anche voluto derubare il povero taxista del suo cellulare, un Nokia. Non solo. Uno di
loro, non ancora pago, di fronte alle legittime rimostranze dell’uomo, lo ha anche schiaffeggiato per cercare
di intimorirlo.

È quanto accaduto nella notte tra domenica e ieri; protagonisti quattro stranieri che poi se la
sono data a gambe. Il malcapitato, subito dopo la disavventura, si è presentato negli uffici della questura di
viale Venezia per denunciare l’accaduto. E ora la polizia, con in mano una precisa descrizione dei quattro
individui, gli sta dando la caccia. Ma vediamo un po’ meglio che cosa è successo. Verso le quattro del
mattino un taxista – un udinese sui cinquant’anni -, dopo aver ricevuto una richiesta, ha raggiunto un locale
notturno della zona di Tavagnacco e ha fatto salire i quattro che gli hanno ordinato di raggiungere Udine.
Dapprima tre di loro si sono fatti lasciare nella zona di viale Venezia, mentre l’ultimo ha voluto proseguire
fino a via San Rocco.

A quel punto il taxista ha chiesto all’ultimo cliente rimasto di versare l’importo dovuto
per la corsa. E il tassametro segnava venti euro. «Non ti pago – ha risposto lo straniero -, che vuoi? Non ti
pago e basta» e per far cessare le richieste del taxista gli ha anche assestato un forte schiaffo, con un
gesto improvviso. La denuncia del taxista è stata raccolta dagli uomini della Squadra volante che hanno già
acquisito i filmati delle telecamere presenti in via San Rocco. Gli agenti, dunque, hanno già una pista da
seguire.

 

Leggi l’articolo completo su
veneto

 

 

Last modified: 23 Febbraio 2016