876-lcIl frontalino dei tassisti si è illuminato poco
dopo le 21 di martedì: «Attenzione, il collega … è stato rapinato in zona Rogoredo. Ora è fermo all’hotel
Crowne Plaza: qualcuno può raggiungerlo?». Notizia confermata in serata dalla centrale operativa della
polizia. Ed ecco il racconto della vittima, un conducente di 59 anni associato al radiotaxi 8585: «Il rapinatore è
salito al parcheggio di Medaglie d’Oro (a Porta Romana, ndr) e mi ha inizialmente detto “Corvetto” (come
destinazione, ndr). Durante la corsa, si mostrava normale e mi ha detto di aver avuto un guasto alla macchina
stamattina (ieri, ndr) e di averla dovuta lasciare parcheggiata vicino a un distributore. Poi ho capito che quel
discorsetto, una volta arrivati a Corvetto, serviva a giustificare il fatto che mi ha detto di proseguire sulla via
Cassinis, facendomi fermare alla stazione di servizio Tamoil». Giunti lì, «ha tirato fuori il coltello e me l’ha
puntato al fianco e poi al braccio»: a quel punto, il tassista non ha puntato fare altro che consegnare al
balordo gli 80 euro che aveva in tasca. Il padroncino, che per fortuna ha riportato solo un’escoriazione al
braccio, ha inoltrato ai colleghi l’identikit dell’aggressore: «Nordafricano con accento arabo di circa 22-25
anni, capelli ricci scuri, baffi, barba, maglietta nera».

 

Leggi l’articolo su il Giorno

 

 

Last modified: 2 Settembre 2015