365-ubEssere presenti sul mercato dei servizi di trasporto, nel rispetto delle regole comunitarie e dell’idea di “economia collaborativa” su cui sta lavorando la Commissione europea. Questo l’obiettivo di Travis Kalanick, fondatore e amministratore delegato di Uber, il servizio di trasferimento passeggeri con conducente, che oggi ha incontrato a Bruxelles i commissari europei Violeta Bulc (Trasporti), Elzbieta Bienkowska (Industria) e Carlos Moedas (Ricerca) per discutere del ruolo della compagnia statunitense nel mercato unico.

 L’incontro, fanno sapere a Bruxelles, ha affrontato il futuro del settore trasporti nel quadro dell’economia collaborativa. In particolare la Commissione europea “guarda a come incoraggiare lo sviluppo di nuovi e innovativi servizi” per il settore. Uber e’ arrivata sul mercato con metodi nuovi e all’avanguardia, incontrando pero’ le resistenze di Francia, Germania e Spagna, che hanno vietato all’azienda di operare perche’ ritenuta responsabile di concorrenza sleale. Restrizioni dello stesso tipo sono state poste anche in Belgio.

La questione e’ sul tavolo dato che per stessa ammissione dell’esecutivo comunitario “ci sono questioni importanti relative a diritti dei consumatori, tasse, condizioni di lavoro che devono essere affrontate”. L’esecutivo comunitario intende occuparsi “attentamente” di tutto questo, con la pubblicazione “per meta’ 2016” di una guida che chiarifica come le norme esistenti si applicano all’economica collaborativa.

 

Leggi l’articolo completo su
affariitaliani-logo

 

 

 

 

Last modified: 25 Maggio 2016