Le organizzazioni dei tassisti URI (Unione dei Radiotaxi d’Italia), Fedetaxi (Federación Española del Taxi) e Antral (Associaçao Nacional dos Transportadores Rodoviários en Automóveis Ligeiros) – che rappresentano più di 100.000 tassisti in Italia, Spagna e Portogallo – si sono incontrati ieri nella sede di Uri a Roma ed hanno siglato l’accordo definitivo per la creazione di un’associazione dei tassisti europei (TaxiEurope Alliance,Tea).

Tea rappresenterà presso tutte le Istituzioni dell’Unione le istanze del settore taxi europeo. I Presidenti di Uri, Fedetaxi e Antral, in sintonia d’intenti e di prospettive, esprimono il comune impegno in difesa del servizio pubblico dei taxi in Europa e intendono lavorare al fianco delle autorità comunitarie al fine di contribuire all’elaborazione della futura politica dei trasporti del continente.

«Le giuste battaglie che conduciamo a livello nazionale ha dichiarato il Presidente di Uri Loreno Bittarelli – devono trovare una voce forte anche a Bruxelles: Tea sarà questa voce. Ci impegneremo fin dal primo giorno a lavorare a fianco delle istituzioni Ue per garantire le giuste condizioni professionali ed economiche dei tassisti europei e per difenderne con forza le loro ragioni. Alcuni nuovi player pensano di fare dumping sociale ed economico a scapito del settore: questo non sarà permesso».

L’associazione avrà sede a Bruxelles dove verrà presentata il 26 aprile.

 

Leggi l’articolo completo su

 

Last modified: 7 Aprile 2017