Servizio taxi bloccato nella Capitale in attesa della votazione al Senato del maxiemendamento al Milleproroghe mentre prosegue a Torino e a Milano la protesta dei tassisti contro quella che definiscono la “sanatoria pro Uber”.

L’agitazione nella Capitale si è estesa anche negli aeroporti di Fiumicino e Ciampino praticamente svuotati di auto bianche. Un migliaio di tassisti si è raccolto spontaneamente nei pressi di Palazzo Madama.

Anche stamane gli autisti torinesi saranno in presidio autorizzato davanti a palazzo civico, dalle 9 alle 13, in attesa del voto romano in Senato sul dl milleproroghe, contenente l’emendamento che spiana la strada a multinazionali come Uber. Sono annunciati presidi anche in altre piazze italiane.

Leggi l’articolo completo su

ban-ansa

Last modified: 15 Giugno 2021